Ancora sul nuovo Regolamento europeo 2016/679 sulla Privacy

Dopo il mio primo intervento sul nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali delle persone fisiche (GDPR) che entrerà in vigore direttamente nel nostro ordinamento il prossimo 25 maggio 2018 oggi voglio approfondire alcuni aspetti dal punto di vista dell’Interessato ovvero della persona fisica che si rivolge all’impresa pubblica o privata per ottenere dei servizi.

Le Informazioni da fornire all’Interessato in modo conciso e trasparente con un linguaggio semplice e chiaro sono le seguenti:

  1. Titolare e Responsabile trattamento e dati di contatto (eventualmente Responsabile protezione)
  2. Finalità trattamento
  3. Base giuridica del trattamento
  4. Conseguenze della mancata comunicazione dati
  5. Periodo conservazione dati
  6. Comunicazione dati a terzi
  7. Profilazione e diffusione dati automatizzati (necessaria per la conclusione del contratto  e basata  sul consenso esplicito)
  8. Comunicazione in caso di violazione dati personali in presenza di rischio elevato
  9. Diritti dell’interessato: accesso e rettifica dei dati; richiesta ed ottenimento dati su supporto e diritto alla trasmissione ad altro Responsabile (c.d. diritto portabilità); opposizione e cancellazione del trattamento; limitazioni al trattamento; proposizione reclamo al Garante

A questo punto l’Interessato deve esprimere un consenso esplicito e consapevole per iscritto o in formato elettronico. Il minore deve avere 16 anni oppure occorre autorizzazione dei genitori.

Ancora una volta lo Studio legale Brancaleoni è pronto ad offrire servizi professionali di alta qualità per garantire un risultato utile ed efficiente ed in linea con le aspettative dei Clienti.

Lascia un Commento

*